martedì 15 dicembre 2009

La posta di Radio Pazza - Lettera di Marcus Lopis



Cari amici Radiopazzoidi,
un nostro ascoltatore ci ha scritto queste parole:

Mi permetto di esprimere la mia discordia sulla ultima puntata di Radio Pazza. Il documentario della manifestazione, ossia suoni e rumori che nascono da essa, non sono altro che inni e canzoni comuniste. Che Berlusconi sia quel che sia non ci sono dubbi. Potente e Prepotente. Pero' perche', per disserire contro una instituzione politica e arrogante, si debba ricorrere ai mezzi che offre una sinistra igualmente arrogante e prepotente??? Non si puo' semplicemente lottare contro tutto il sistema politico, sia quello di destra che quello di sinitra? Forse non si e' ancora capito che e' tutto una bugia? Il popole italiano non ha ancora che capito che nn c'e' nessuna alternativa a nessuna instituzione politica. Sono tutte marcie e corrotte. Tutte quante! Basti pensare solamente agli stipendi dei politici. Secondo un censo del 2005, l'intera collettivita' dei deputati e' costata ben 40.000.000. Comprendendo gli stipendi, rimborso spese, auto, benzina, telefoni, soggiorni, ristoranti etc etc.
Questi dati dovrebbero essere una giusta causa per manifestare. Manifestare contro tutti, perche' sono tutti marci. CI stanno ingannando. La sinistra ci sta ingannando. La destra ci sta ingannando.

In ogni caso non sono felice della scelta di Radio Pazza di occuparsi di una tema tanto importante, como giustamente quello della politica Berlusconi, appoggiandosi (in)direttamente alle politiche di sinistra.

con affetto e sincerita'

Marcus Lopis


A questo punto ci tengo a precisare 2 cose importanti: la prima è che ho per l'appunto introdotto l'episodio con delle premesse e con una dichiarazione in cui prendevo le distanze dalle posizioni politiche; la seconda è che non ci sono solo cori comunisti (che poi assumono una connotazione più folkloristica che politica) ma tutta una gamma di suoni voci e commenti che nulla hanno a che fare con i partiti di sinistra.
La puntata in questione, Radio Pazza Special Edition: NO B-DAY, è l'equivalente di una "candid camera" in cui si cerca di restituire un punto di ascolto, una testimonianza di eventi e persone attraverso i suoni registrati.
In sede di montaggio è stata fatta una selezione sulla base di ciò che era udibile e significativo rispettando la cronologia di registrazione.
A questo punto, caro MLP, mi chiedo che colpa ne abbia Radio Pazza se le persone cantassero vecchi cori comunisti (visto che l'Italia dei Valori di canzoni non ne ha)? Che colpa ne ha Radio Pazza se la gente pronunciava parolacce? Che colpa ne ha Radio Pazza se Berlusconi è al governo e la gente manifesta contro?
Semplicemente abbiamo voluto essere lì, ma avrebbe anche potuto essere la sagra della porchetta e non per questo volevamo offendere i musulmani ...
Un abbraccio e un saluto a te Marcus Lopis, grazie per esserti fatto sentire e aver comunicato con noi ;-)

Bak

Se vuoi essere aggiornato attraverso la nostra mailing list scrivi una mail e inviacela a radiopazza@gmail.com
Puoi ascoltare Radio Pazza su http://radiopazza.blogspot.com oppure su Myspace.

Ci trovi anche su Gunp!, Facebook, FriendFeed, Twitter e Mixcloud.

call Radio Pazza with Skype
add Radio Pazza contact on your MSN Messenger
add Radio Pazza as a friend on myspace
subscribe to Radio Pazza feed
subscribe to Radio Pazza feed with iTunes

0 commenti:

Lascia un commento ...

 
Creative Commons License
Radio Pazza by Grex Bak is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.